Il bianco è da sempre legato ai concetti di purezza, eleganza e leggerezza.
Quando si tratta del sorriso, una dentatura smagliante e senza macchie o discromie è l’obiettivo ed il sogno di molti.

Questo sogno è realizzabile attraverso il trattamento di sbiancamento dentale!
Negli anni la richiesta di questo trattamento si è diffusa moltissimo, ed insieme ad essa si sono sparsi molti falsi miti sull’argomento.
Una tra questi è la convinzione che lo sbiancamento dentale faccia male, in quest’articolo cercheremo di fare chiarezza e sfatare i 5 principali falsi miti sullo sbiancamento dentale.

Iniziamo!

Lo sbiancamento dentale rovina lo smalto:

Falso: lo sbiancamento dentale professionale, se effettuato in maniera corretta, non provoca alcun danno a smalto o denti in generale.

L’importante è affidarsi sempre ad un professionista e non cedere ai tentativi “fai da te”. Questi metodi spesso non funzionano e causano problematiche come: irritazioni gengivali e discromie cromatiche, peggiorando la situazione iniziale.

Lo sbiancamento dentale fa male:

Falso: durante il trattamento non sentirai alcun dolore, motivo per cui l’anestesia non sarà necessaria. Potresti sentire solo un piccolo fastidio dovuto all’aumento della sensibilità, un effetto collaterale che scomparirà nel giro di qualche ora.

Dopo lo sbiancamento dentale avrò dei denti bianchissimi:

Dopo aver chiarito le due obiezioni principali e aver capito che non è vero che lo sbiancamento dentale non fa male, trattiamo un tema molto diffuso!

Spesso si pensa che questo trattamento di odontoiatria estetica possa rendere i denti bianchi come la neve, ma in realtà non è sempre così. Lo sbiancamento dentale può eliminare le macchie, l’ingiallimento e dei difetti cromatici dei denti, questo però riportandoli al loro bianco naturale e schiarendoli leggermente.

Per questo motivo, dato che il colore originale del tuo sorriso non è bianco candido, è impossibile giungere a risultati estremi. Per ottenere il sorriso delle celebrità è necessario applicare delle faccette estetiche di una pigmentazione più smagliante.

Lo sbiancamento dentale è adatto a tutti:

Purtroppo no, Questo trattamento è, infatti,  sconsigliato a donne in stato di gravidanza o allattamento. Inoltre, è meglio evitarlo in caso di denti danneggiati da una già presente ipersensibilità dentale.

Si possono sbiancare anche denti devitalizzati o ricostruiti:

Falso. Il trattamento risulta efficace solo su una dentatura naturale e sana.

I gel sbiancanti applicati su otturazioni, capsule, denti devitalizzati e corone, non provocheranno variazioni di colore.

In conclusione:

Eccoci arrivati alla fine di questo articolo, cinque miti sullo sbiancamento dentale sono stati sfatati!

Lo sbiancamento dentale fa male? È adatto a tutti? Agisce su ogni dente? 

Ora ne sai un po’ di più e sei pronto a distinguere le notizie vere dalle informazioni non proprio affidabili!

Vorresti ricevere ulteriori informazioni?

×

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie. Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze.

maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi