Se hai pianificato o hai intenzione di pianificare un intervento di implantologia hai tutto il diritto di porti delle domande a riguardo: le più frequenti da parte dei nostri pazienti riguardano il dolore (mettere un impianto è doloroso?) e la durata (quanto dura un impianto?).

In risposta alla prima domanda possiamo dirti che l’intervento si svolge in anestesia locale e che quindi non proverai alcun dolore, nel post operatorio potresti avere dei fastidi, ma sarà sufficiente assumere un antidolorifico.

Per rispondere, invece, a “quanto dura un impianto dentale?” è bene sottolineare che gli impianti sono dispositivi formati da tre elementi principali, costituiti da materiali diversi che si deteriorano in tempistiche differenti:

  • Impianto vero e proprio, in titanio, che si inserisce nell’osso del paziente e sostituisce la radice  del dente mancante
  • Il moncone che connette radice e protesi 
  • La corona che avvitata all’impianto e che prende il posto del dente vero e proprio

La vite in titanio, in presenza di una corretta igiene orale e di controlli semestrali, può durare tutta la vita; mentre la corona in ceramica (o composito) ha la stessa durata di una corona su denti naturali, secondo la letteratura scientifica: 

I casi clinici attestano il corretto funzionamento di protesi su impianti per un tempo medio di 10/15 anni superiore al 95% (Torabinejad et al., J Endod 2015; Setzer & Kim, J Dent Res 2014; Lang et al., COIR 2012).

È bene tenere a mente che questo studio fornisce semplicemente un parametro medio e che per garantire lunga vita al proprio impianto dentale, bisogna dedicarci la stessa cura che si dedica ai propri denti naturali.

 

Fattori che possono compromettere la durata dell’impianto dentale:

Per mantenere in salute il proprio impianto è necessario osservare alcune semplici regole:

  • Non fumare. Il fumo è dannoso per il tuo organismo e favorisce il fallimento impiantare.
  • Effettuare i controlli periodici dal dentista e due sedute di igiene dentale professionale ogni anno.

Effettuare una scarsa igiene orale o seguire abitudini malsane comportano un maggiore rischio di perimplantite, una patologia dei tessuti e dell’osso circostante la radice artificiale che, se ignorata, può portare alla perdita dell’impianto stesso.

 

Per ulteriori informazioni contattaci!

Vorresti ricevere ulteriori informazioni?

×

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie. Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze.

maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi