Ansia, Stress e denti: fattori di rischio per la parodontite

Un periodo difficile a lavoro, i bambini e la casa da gestire, una situazione pesante con il partner o con un collega… lo stress può avere infinite e svariate cause. Bisogna però prestare attenzione alle emozioni che si vivono: di recente è stato evidenziato da alcuni studi come la parodontite sia strettamente legata ai momenti più intensi e carichi di ansia e nervosismo.
Continua a leggere l’articolo per saperne di più…

È risaputo che lo stress abbia un notevole impatto negativo sulla salute dell’uomo: si pensi che a seguito dei periodi di grandi problematiche sociali (quali disastri ambientali o fasi belliche) 1 soggetto su 3 ha riportato disturbi ansiosi, depressione e insonnia.

In questo periodo storico di emergenza sanitaria, la popolazione italiana ha raggiunto livelli di stress elevati: mesi di lockdown, disoccupazione e convivenza forzata hanno portato disturbi del sonno, di ansia e danni anche a livello del parodonto. Uno studio condotto sul popolo italiano ha riportato che circa il 30% della popolazione ha avuto problemi gengivali tra marzo e aprile, senza considerare come sia peggiorato il livello di salute medio degli italiani in generale.

Stress e denti: come agisce il cortisolo?

Il cortisolo, anche conosciuto come “ormone dello stress”, causa spesso gonfiore addominale e accumulo adiposo nella popolazione affetta da ansia.

Insieme a:

  1. Stanchezza cronica
  2. Insonnia
  3. Acidosi (che causa un danneggiamento dello smalto)

può avere effetti negativi sul parodonto, confermando la correlazione stress, denti e parodontite. L’abbassamento delle barriere immunitarie nel nostro organismo causa infatti una minor difesa dalle infezioni, rendendoci più propensi ad esserne affetti.

La conseguenza si sviluppa direttamente sul nostro parodonto che, una volta infiammato, inizia a causare dolori dentali, sanguinamento gengivale, maggior produzione di placca e alitosi.
Inoltre, una maggiore quantità di placca corrisponde ad un maggior accumulo di tartaro, e la conseguenza diretta si traduce in CARIE.

Come possiamo spezzare il binomio stress e denti malati?

Nonostante siano state cercate molte risposte, l’unica valida sembra essere la più banale: riappropriarsi del proprio tempo e regalarci dello spazio per noi stessi.

È importante che nonostante la fretta, l’ansia e lo stress non si tolga mai del tempo utile alla nostra igiene orale, ricordandosi di dedicare il giusto spazio anche alla salute della nostra bocca.

E come possiamo ridurre lo stress?

Delle attività utili a combattere lo stress, ripristinando anche la salute del proprio cavo orale, sono:

  • L’esercizio fisico;
  • La meditazione e le tecniche di rilassamento;
  • L’igiene del sonno;
  • Il mantenimento delle relazioni sociali.

Per saperne di più a riguardo alla parodontite e alle sue cause, non esitare a contattarci, clicca sul pulsante qui sotto!

×

Utilizziamo i cookie, inclusi cookie di terzi, per consentire il funzionamento del sito, per ragioni statistiche, per personalizzare la sua esperienza e offrirle la pubblicità che più incontra i suoi gusti ed infine analizzare la performance delle nostre campagne pubblicitarie. Può accettare questi cookie cliccando su "Accetto", o cliccare qui per impostare le sue preferenze.

maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi