Endodonzia

Con il termine endodonzia si intende quella branca dell’odontoiatria che si occupa della terapia dell’endodonto, ovvero lo spazio all’interno del dente che contiene la polpa, un tessuto molle costituito prevalentemente da vasi sanguigni e nervi che garantiscono nutrimento e sensibilità all’elemento dentario.

Si ricorre alla terapia endodontica in diversi casi, come ad esempio:
• la presenza di una lesione cariosa profonda che coinvolga la polpa, causando infiammazione e dolore fino alla sua necrosi,
• lesioni traumatiche,
• la presenza di granulomi o ascessi,
• la necessità di riabilitazioni protesiche.

Durante il trattamento endodontico, chiamato “devitalizzazione”, la camera pulpare e i canali radicolari vengono svuotati dalla polpa infetta, detersi e disinfettati. La terapia si conclude con la sigillatura dello spazio endocanalare con appositi materiali termoplastici. Occasionalmente, è possibile che un dente devitalizzato necessiti di un nuovo intervento di terapia canalare. Il ritrattamento endodontico si esegue in caso di denti devitalizzati in modo incompleto o in presenza di nuove lesioni ascessuali o granulomatose.

Vuoi prendere appuntamento o chiedere informazioni?

CONTATTACI ORA

CHIRURGIA ORALE

ENDODONZIA

ORTODONZIA

PEDODONZIA

CONSERVATIVA

IGIENE ORALE

PROTESI

IMPLANTOLOGIA

ESTETICA E COSMESI

LASERTERAPIA

GNATOLOGIA

PARODONTOLOGIA

×